FOREX – aggiornamento posizioni

Sono rimaste solo 3 operazioni aperte nel portafoglio, tutte in profitto ma non ancora a target. Dato che si avvicina il weekend, decidiamo di fare un po’ di manutenzione delle posizioni a protezione dei profitti accumulati.

NZDJPY

Invece di puntare ai due target 84 e 86, liquidiamo mezza posizione sul livello 83,50 e riposizioniamo il secondo target sul livello 84 figura. Su entrambe le posizioni spostiamo comunque lo stop a breakeven, dato che l’ingresso è stato effettuato sul livello 82,96, e abbiamo già 50 pips di profitto.

EURGBP

Siamo in prossimità del target 0,83 figura. Avviciniamo lo stop in profit sul livello 0,8320 in modo da garantire una chiusura in profitto in un range di max 20 pip di escursione. Dato che l’ingresso era 0,8376, il profitto oscillerà quindi tra i 50 e i 70 pips.

 

USDCHF20131129 usdchfdaily update

L’operazione short non si è ancora mossa molto dal livello di ingresso 0,9066. Manteniamo lo stop loss 0,9125 e i due target 0,9010 e 8920.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it
e ti risponderemo.

FOREX – secondo target raggiunto su GBPCHF

E anche il secondo take profit posizionato a 1,4810 è stato raggiunto, chiudendo così a target la mezza posizione residua dell’operazione long sul cross sterlina-franco.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it
e ti risponderemo.

FOREX – 3 ingressi in posizione, 2 target già raggiunti

Per chi ha seguito la videoanalisi di lunedì scorso, ecco l’aggiornamento sulle operazioni annunciate.

EURGBP = primo target raggiunto, stop a breakeven
USDCHF = primo target raggiunto, stop a breakeven
GBPCHF = operazione in corso

EURGBP

Ingresso short 0,8376 sul segnale della doji ribassista (gravestone) e stop loss 0,8395. Il primo target 0,8335 è stato raggiunto in giornata, possiamo ora seguire il movimento fino al target successivo sul livello 0,83 figura.

USDCHF

Chiaro segnale di inversione rappresentato dal pattern reversal bar, quasi una engulfing. Ingresso short sul breakout del pattern, con stop loss 0,9066 con stop loss 0,9125 e target differenziato a 0,9010 e 0,8920.

GBPCHF

Preciso segnale di ingresso long fornito dal pattern hammer rialzista, con ingresso pending sul livello tondo 1,4700 figura e stop loss 1,4665 (35 pips). Nella giornata di mercoledì l’operazione ha già raggiunto il primo target 1,4770 (gain di 70 pips, con risk reward 2:1) e spostiamo lo stop in pari sulla restante mezza posizione, con target 1,4810.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it
e ti risponderemo.

FOREX videoanalisi LIVE ore 18:00

Oggi alle 18:00 videoanalisi dei principali cambi valutari, major e cross, con commento delle operazioni in corso e dei segnali di ingresso in posizione.

Clicca sul link per iscriverti.

*******************************

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it e ti risponderemo.

FOREX – ingresso long sul cross NZDJPY

La chiusura di venerdì sera sul cross kiwi-yen ha prodotto un chiarissimo segnale id ingresso long a favore del trend rialzista del mercato.

Il cross ha concluso la giornata disegnando un hammer rialzista (area azzurra), quindi una figura di inversione che interrompe il movimento correttivo della settimana. Da notare il fatto che il minimo del hammer testa millimetricamente sia il prolungamento della trendline dinamica di supporto che congiunge i minimi crescenti (linea verde) sia quella di resistenza dei massimi decrescenti (linea rossa).

L’ingresso long è avvenuto a mercato in apertura del mercato forex domenica alle 23 sul livello 82,96, con i prezzi ancora compresi nel 30% superiore del pattern, quindo con un buon rapporto rischio-rendimento rispetto allo stop loss 82,00. Nella notte il cross si è mosso al rialzo, portando già l’operazione in area di profitto. Il primo target si posiziona sul livello 84 figura, in corrispondenza dei precedenti massimi, il successivo invece si lascia correre.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it
e ti risponderemo.

FOREX – GBPCAD raggiunge il secondo target

Ci sono voluti quasi 10 giorni, ma alla fine GPCAD ha raggiuhnto anche il secondo target. L’ingresso long dal livello 1,6690 suggerito dal pattern di inversione bullish engulfing ha raggiunto oggi pomeriggio il secondo take profit sul livello 1,6950, pari a 260 pips di profitto. Qui si liquida la mezza size rimasta in posizione, e si chiude l’ultima operazione in portafoglio. A questo punto il portafoglio forex unplugged risulta flat.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it
e ti risponderemo.

FOREX – una raffica di stop loss… ma senza alcuna conseguenza

Alle 16 si è scatenata la tempesta. Le parole del governatore della BCE Mario Draghi che si è dichiarato pronto ad applicare tassi negativi per i deposito overnight in euro ha spinto alla vendita immediata della valuta comunitaria, a favore del dollaro USA che è stato comprato a piene mani e ha guadagnato una figura in poco più di un’ora.

Come conseguenza di questo innalzamento di volatilità, sono scattati gli stop su 4 delle nostre posizioni in portafoglio. Ma siccome avevamo già spostato lo stop a breakeven, il tutto si è risolto senza alcuna conseguenza, per l’esattezza con una decina di euro di profitto.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it
e ti risponderemo.

FOREX – 3 target raggiunti in 1 giorno

Ieri pomeriggio 3 delle 5 operazioni in portafoglio hanno raggiunto il primo take profit, quello con il rapporto risk-reward 1:1, e abbiamo liquidato mezza posizione. Da questo punto proseguiamo con la restante size con lo stop a breakeven fino al raggiungimento del target successivo. Sono tutte operazioni short sul CAD, quindi i 3 risultati sono evidentemente correlati.

USDCAD


EURCAD


CADCHF

Ecco l’aggiornamento del portafoglio con le operazioni residue ancora aperte. Dato che tutte le operazioni sono free-risk, il portafoglio ha un profit minimo di 1,7% e un profit massimo di 15%.

 

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e  commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it e ti risponderemo.

Video Analisi Forex del 18/nov

Video analisi delle principali coppie valutarie: majors, cross e minors. Panoramica dei grafici con aggiornamento delle posizioni in portafoglio e valutazione di possibili ingressi in posizione.

*******************************
Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulle tecniche e le strategie descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e  commodities, invia una mail a info(at)diarioditrading.it e ti risponderemo.