Strumenti di Money Management

Come si imposta correttamente un’operazione di trading?

La prima cosa da sapere è che ogni elemento dell’operazione va stabilito prima dell’ingresso a mercato:
-livello di ingresso
-livello di stop loss
-livello di take profit
-size dell’operazione

La seconda cosa da ricordare è che la size dell’operazione è la combinazione di analisi tecnica e money management. Infatti per stabilire correttamente la size di un’operazione di trading occorre valutare due elementi tra loro indipendenti:

-il livello grafico di stop loss, espresso in pip (oppure tick)
-il rischio massimo accettabile ovvero il massimo drawdown (in valore assoluto oppure in percentuale sulla liquidità

slide money management position sizing risk

Se vuoi scaricare il file XL per il money management nel forex, è sufficiente andare a questo link: http://eepurl.com/bnLASP

Continua a leggere

Corso Online – Strategia FX UnPlugged

Vuoi approfittare della volatilità che si sta alzando sui mercati finanziari? Vuoi imparare a fare trading sul forex con una strategia trend following? Vuoi imparare una tecnica che ti permette di dedicare meno di un’ora al giorno alla analisi dei grafici, per impostare operazioni a rischio controllato di medio periodo?

Se hai risposto SI ad almeno una di queste domande, allora la strategia FX UnPlugged può essere uno strumento valido per la tua formazione di trader. Si tratta di una tecnica operativa da applicare sul mercato forex, analizzando i grafici daily e impostando solo operazioni trend following secondo precise regole per riconoscere i setup di ingresso e applicando condizioni di money management rigorose per la protezione del portafoglio.

L’intera strategia FX UnPlugged è disponibile al prezzo di 90€ tramite un videocorso online che comprende 5 bonus.

1-2-3-4-5-fingers-on-hand1
1) videocorso da scaricare su PC (oltre 2 ore)
2) ebook in pdf con tutte le slide della presentazione (90 pagine)
3) file excel per il money management
4) simulazione 2010-2013 (report integrale con dettaglio singole operazioni)
5) 2 mesi di abbonamento alla newsletter operativa, con aggiornamento quotidiani via mail

Per acquistare l’intero pacchetto, cioè 5 bonus al prezzo di 90€, è sufficiente cliccare su questo bottone e verrai indirizzato sul sito PayPal per il pagamento in completa sicurezza:

download

Appena completato l’acquisto, riceverai subito l’accesso a tutto il materiale in download. Potrai scaricare tutto sul tuo PC, per rileggere e e rivedere il corso ogni volta che vuoi.

Se vuoi imparare, agisci subito!

Clicca qui e scarica il tuo corso online FX UnPlugged.

FX UnPlugged sulle commodities

Abbiamo cominciato ad applicare al strategia FX UnPlugged anche sulle principali commodities, a cominciare dai metalli preziosi e dalle materie prime energetiche.

Ecco un setup operativo che si è presentato sull’argento (Silver).

Silver (XAGUSD)

L’argento ha un’impostazione decisamente ribassista, ben evidenziata dalla media esponenziale 50 periodi (linea blu) orientata al ribasso, interrotta recentemente da una fase rialzista di breve periodo di tipo correttiva, evidenziata dal canale ascendente delimitato dalle trendline violetto. La media esponenziale veloce a 20 periodi (linea rossa) si è disposta orizzontalmente, segnale di indecisione. L’affondo ribassista di fine settimana scorsa è stato interamente riassorbito dall’espansione rialzista di lunedì, azzerando completamente il movimento precedente.

Le due candele di martedì e mercoledì hanno disegnato altrettanti pattern rialzisti (bullish hammer) e infine ieri una chiusura con segnale di inversione ribassista (bearish hammer) evidenziato dal rettangolo in azzurro. Siccome vogliamo seguire il trend, abbiamo deliberatamente ignorato i pattern del 2-3 dicembre, mentre abbiamo preso al volo il setup fornito dal pattern del 4 dicembre.

Oltre a queste valutazioni prettamente grafiche, teniamo in considerazione anche elementi di analisi fondamentale già descritti nel precedente articolo a proposito del Gold, che ci fanno propendere per un proseguimento del rally delle borse sostenute dalle aspettative sul QE e un contestuale indebolimento dei metalli preziosi come bene rifugio.

Come da regola, il nostro ingresso in posizione è stato impostato in sell limit all’interno del range del pattern, con stop loss sopra il massimo della candela daily e scegliendo come possibili target le recenti aree di minimo daily che possono costituire livelli di supporto e quindi di reazione. Il rapporto risk reward è molto favorevole, e ci aspettiamo che il trade richieda almeno qualche giorno per arrivare a conclusione.

******************************

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sulla strategia FOREX UNPLUGGED e su altre tecniche descritte in questi articoli, oppure chiarimenti didattici sul trading su indici, forex e commodities, invia una mail a diarioditrading.it(at)gmail.com e ti risponderemo.

Corso Online FX UnPlugged

Vuoi approfittare della volatilità che si sta alzando sui mercati finanziari? Vuoi imparare a fare trading sul forex con una strategia trend following? Vuoi imparare una tecnica che ti permette di dedicare meno di un’ora al giorno alla analisi dei grafici, per impostare operazioni a rischio controllato di medio periodo?

Se hai risposto SI ad almeno una di queste domande, allora la strategia FX UnPlugged può essere uno strumento valido per la tua formazione di trader. Si tratta di una tecnica operativa da applicare sul mercato forex, analizzando i grafici daily e impostando solo operazioni trend following secondo precise regole per riconoscere i setup di ingresso e applicando condizioni di money management rigorose per la protezione del portafoglio.

L’intera strategia FX UnPlugged è disponibile al prezzo di 120€ tramite un videocorso online che comprende 5 bonus.

1-2-3-4-5-fingers-on-hand1
1) videocorso da scaricare su PC (oltre 2 ore)
2) ebook in pdf con tutte le slide della presentazione (90 pagine)
3) file excel per il money management
4) simulazione 2010-2013 (report integrale con dettaglio singole operazioni)
5) scheda dei parametri operativi, da usare come guida pratica per programmare il tuo EA.

Per acquistare l’intero pacchetto, cioè 5 bonus al prezzo di 120€, è sufficiente cliccare su questo bottone e verrai indirizzato sul sito PayPal per il pagamento in completa sicurezza:

download

Appena completato l’acquisto, riceverai subito l’accesso a tutto il materiale in download. Potrai scaricare tutto sul tuo PC, per rileggere e e rivedere il corso ogni volta che vuoi.

Se vuoi imparare, agisci subito. Clicca qui e scarica il tuo corso online FX UnPlugged.

Analisi di lungo periodo GBPUSD

Dopo l’analisi sull’aussie (cambio AUDUSD), questa settimana ci occupiamo del cable (cambio GBPUSD), sempre con un’analisi di medio-lungo periodo.

GBPUSD weekly20141106 GBPUSDWeekly

Sul grafico di lungo periodo (candele settimanali), ci troviamo da un mese in congestione con minimi ravvicinati (area in giallo). Guarda caso, i minimi sono tutti appoggiati sul 50% di Fibonacci del vettore rialzista che parte dai minimi di metà 2013. Ci sono state due false rotture, cioè due candele weekly che hanno bucato il livello del 50% ma sono state riassorbite con chiusura sopra il 50%, a conferma della forza di questa area di supporto.

GBPUSD DAILY20141106 GBPUSDDaily

Sul grafico di medio periodo (candele giornaliere) possiamo osservare un bel doppio minimo a 1,5870 (area in giallo) dove il prezzo ha già reagito con forza nella giornata di ieri. A questo punto, occorre riconoscere che l’impostazione di medio periodo è ancora ribassista, con massimi decrescenti, ma il doppio minimo potrebbe costituire il punto di partenza di una reazione che sul weekly ci attendiamo già.

L’operazione perfetta sarebbe stata un ingresso long eseguito ieri sul test dei minimi, ma non l’ho fatto. Mi prendo comunque il rischio di entrare long sotto 1,56 (livello figura) con stop sotto i minimi appena battuti, e mi riservo un possibile accumulo di posizione se torna in basso verso area 1.5930.

 

Analisi di lungo periodo AUDUSD

La situazione che si è creata graficamente sulla coppia major AUDUSD merita un’attenta analisi. Cominciamo dalla visione di lungo periodo, sul grafico settimanale.

AUDUSD weekly201410311 AUDUSD weekly

Arriviamo da un 2013 che ha segnato un deciso ribasso: quasi 17 figure da 1,0570 a 0,8800!!!!! Successivamente, nel 2014 abbiamo assistito ad un parziale recupero fino a lunghi mesi di congestione nell’area tra 0.9230 e 0.9450. Non voglio appesantire troppo il grafico con ulteriori elementi, ci basti osservare che i massimi del 2014 si situano sul 38% di Fibonacci rispetto a tutto il ribasso del 2013. E adesso dove ci troviamo? In un punto molto importante, per diverse ragioni.

I minimi di inizio ottobre (punto B) sono allineati ai minimi di gennaio (punto A): un classico doppio minimo. Solitamente, questa figura rappresenta un’area di supporto e quindi di possibile inversione. In effetti, chi avesse comprato in area B avrebbe visto oltre 2 figure di profitto. Ma dal punto di vista dei ritracciamenti, questo pullback rialzista non si è ancora spinto oltre il 23% di Fibonacci di tutto il ribasso del 2014. Un po’ poco, dopo quasi un mese e con il sostegno di un doppio minimo con i pilastri distanti 10 mesi. La spinta di questa inversione sembra quindi piuttosto debole: dopo aver testato il minimo B per 3 settimane consecutive, il rialzo sembra volersi concludere questa settimana con una candela weekly di debolezza o di esaurimento, quella evidenziata in azzurro e che assomiglia molto ad un hammer ribassista. La settimana non si è ancora conclusa ed presto per anticipare i segnali sulla candela weekly, però lo scenario sembra proprio impostato sulla debolezza.

Proseguendo nell’analisi dell’aussie (come viene familiarmente chiamato il cambio AUDUSD) cerchiamo di valutare l’altra metà della coppia, cioè il dollaro USA. Uno dei modi è analizzare il cambio major EURUSD, ma questo è rappresentativo tanto del dollaro quanto dell’euro. Per questa ragione, preferisco osservare il Dollar Index di FXCM, che è una media calcolata sul cambio del dollaro USA contro 4 differenti valute: JPY, GBP, EUR e appunto AUD.

Per informazioni:
http://www.fxcm.com/it/prodotti/dollar-index/come-funziona/

USD Index grafico daily20141031 USD index

Il grafico del dollar index mostra un rialzo continuo e deciso da giugno a settembre, interrotto poi da una fase di pullback che ha portato il prezzo a ritracciare fino al 23% di Fibonacci, e poi a fermarsi in congestione tra i livelli 10950 e 11050. Proprio in questi giorni, ci stiamo riportando sui massimi della zona di congestione, e la rottura al rialzo di questa zona potrebbe significare l’uscita dall’area di congestione e la ripresa del movimento uptrend, cioè del rafforzamento del dollaro USA.

Sia chiaro che in questa analisi ci stiamo limitando a valutazioni puramente di tipo tecnico-grafico, senza entrare nel merito dello scenario macroeconomico, cioè senza fare valutazioni di natura fondamentale sulla politca della FED, le conseguenza del QE, l’allocazione della liquidità dagli asset a rischoi a quelli più protettivi. etc. Limitiamoci per ora alle analisi dei grafici, che ci stanno dando un motivo in più per prendere posizione al ribasso sul cambio AUDUSD.

La prossima settimana, vedremo se lo scenario dipinto in questa analisi si avvera oppure no. Nel frattempo, auguro a tutti un buon weekend!